Breaking News
Home / Autori di successo / ‘Il ladro di ricordi’, di Tiffany Reisz
Il ladro di ricordi

‘Il ladro di ricordi’, di Tiffany Reisz

Il ladro di ricordi è un romanzo di Tiffany Reisz, pubblicato da Harper Collins il 7 Luglio 2016. Si tratta di un viaggio attraverso il tempo e i ricordi, della storia di una famiglia maledetta e delle passioni che l’hanno attraversata negli anni. Il ladro di ricordi comincia nel presente, quando Paris riesce a mettere le mani sull’ultima bottiglia rimasta di whisky prodotta nell’azienda dei suoi antenati: i Maddox. Ma l’uomo alla quale prova a rubarla non è disposto a cedergliela tanto facilmente, così Paris gli propone un accordo: la verità sulla fine dell’azienda Red Thread in cambio della bottiglia, del valore di un milione di dollari. Comincia così il viaggio nel tempo attraverso un secolo di storia. I Maddox sono colpiti da una maledizione legata alla fondazione dell’azienda e tutti i componenti sono destinati a pagarne il prezzo. Tramite il racconto di Paris viviamo così le passioni, i dolori e gli errori di Tamara Maddox, ultima discendente della famiglia, che stravolgerà per sempre le sorti della Red Thread.

Il ladro di ricordi: struttura e tematiche

La trama inizia carica di mistero e continua con ancora una maggiore suspense, fino alla rivelazione finale che sconvolge il lettore sino all’insonnia. La storia è articolata su due archi temporali: il presente e gli anni ’80. Nel presente troviamo come protagonisti un ricco imprenditore, che possiede la prima bottiglia di bourbon prodotta nella famosa distilleria Red Thread, e Paris, la narratrice della storia. Il resto del libro consiste per lo più nel racconto della donna, che risale agli anni ’80, ovvero poco prima che la distilleria venisse bruciata in circostanze poco chiare. Il ladro di ricordi è mistero, avventura, suspense, sensualità e sentimento. Una storia di vendetta e riscatto che cattura dalla prima all’ultima pagina. È un romanzo che lascia senza fiato, travolgente e ‘scomodo’, perché tratta di personaggi perdutamente imperfetti in modo tale da portare il lettore a ‘giustificare’ ogni loro scelta, ogni loro errore. Tamara e Levi, l’uomo del quale è innamorata la ragazza, sono solo vittime collaterali della follia dei Maddox. E anche se sono destinati all’inferno per i propri peccati, vivranno per sempre nel ricordo dei lettori. Tiffany Reisz è riuscita a mettere insieme la profondità delle trame di Lucinda Riley con la suspense e la sensualità della scrittura di Ryan Lexi. Un mix davvero ben riuscito.

 

About Ornella De Luca

Mi chiamo Ornella De Luca e sono nata il 26 Maggio 1991 a Messina. Sono laureata in 'Editoria e giornalismo', e oltre che per '900 letterario scrivo sul mio blog ornelladelucabooks.wordpress.com/. Sogno di fare la scrittrice e ho anche pubblicato un romanzo per l'Onirica Edizioni: 'La consistenza del bianco'.

Check Also

editori italiani

I migliori editori della storia dell’editoria italiana e il grande agente letterario Linder

Editori protagonisti. Così li definisce Gian Carlo Ferretti che al mondo dell'editoria ha dedicato tanti libri: editori protagonisti. Sono di cultura ed estrazione diversissima, ma tutti capaci «di imprimere un'identità editorial-letteraria alla propria impresa al fine di costruire un proprio pubblico. Si tratta degli editori che hanno fondato le loro grandi imprese proprio a cavallo della seconda guerra mondiale. Ad ogni casa editrice, Ferretti affianca una etichetta caratterizzante: la Mondadori è un'istituzione, la Rizzoli un impero, Bompiani un club, l' Einaudi un laboratorio. La loro presenza nel panorama culturale italiano nasce dal «rapporto consapevole tra l'editore, il suo progetto, i suoi funzionari e consulenti, i suoi redattori, la sua macchina, e si realizza nella politica d'autore, di collana e di prodotto». Gli editori protagonisti erano titani dalla forte personalità (e dalle grandi contraddizioni), caratterizzati spesso da gusto per il libro ben fatto, senso pratico e grande fiuto; i quali costruivano veri e propri rapporti continuativi, tra armonie e conflitti reciproci fecondi, con gli scrittori. Ne abbiamo individuati cinque, che vediamo qui negli anni fondativi, seguiti da una figura eccentrica, il "padre" degli agenti letterari italiani.