Breaking News
Home / dialoghi impossibili / Dopo le primarie Renzi chiede allo scrittore Mauro Corona di fare una statua per celebrarlo
mauro corona

Dopo le primarie Renzi chiede allo scrittore Mauro Corona di fare una statua per celebrarlo

Renzi: Ragazzi voglio fare il botto!
Graziano Delrio: Cioè?

Renzi: Dopo le primarie voglio indire le letterarie per celebrare la mia vittoria.
Maurizio Martina: Cosa?
Renzi: Sì, come con gli antichi romani con i giochi nell’arena, solo che stavolta faremo partecipare tutti i più grandi letterati che conosco.
Delrio: Quali consoci?
Renzi: Proprio l’altro ieri è uscito un bel discorso di Marine le Pen, la candidata alle presidenziali francesi.
Delrio: Era copiato da Fillon, un altro candidato.
Renzi: E allora? Devono celebrare me, no?
Delrio: Sì.
Renzi: E io non ho copiato?
Delrio: Chi?

Renzi: Beh, direi la destra a tutto tondo, ma a volto scimmiotto anche i cinque stelle, ah, poi Obama per le frasi a effetto, ultimamente il candidato liberale francese Macron, con lo spot elettorale In cammino, insomma chi non copia è perduto! Tu, Maria Elena, parteciperai con il tuo inedito Riforma Boschi.

La Boschi titubante: Posso essere esentata? Sai, ho già fatto un bel po’ di figure di… non so come dirlo…
Renzi: Sì, lo so, la parola che cerchi è merda, figure di merda, ma se era per quelle neanche rivincevo le primarie: in Italia non ci giudicano per quelle, questo è il bello di questo Paese, quindi se siamo politici e ci votano, possiamo pure essere scrittori e ci leggeranno.
Boschi: Se lo dici tu, chi convochiamo?

Renzi: Beh anche Augias e Galimberti, ho letto un articolo su un Blog, ‘900letterario, molto approfondito sulla loro esperienza nel copia-incolla e nega. Andate a leggerlo e reclutateli, io devo uscire, parto, vado a Erto, da uno scrittore vero, Mauro Corona, avete mai letto qualcosa?

Boschi: No.
Renzi: Figurati.
Boschi: Tu?
Renzi: No, ma so che fa anche lo scultore.

Erto

Renzi bussa alla porta di casa di Corona: Mauro!
Mauro Corona: Chi è?
Renzi: Il premier.
Mauro Corona: Gentiloni?
Renzi: No, Renzi.
Mauro Corona: Ok, corretto entra, cosa vuoi?

Renzi: Una statua per celebrare la vittoria alle primarie.
Mauro Corona: Hai mai letto un mio libro?
Renzi: No, ma cosa c’entra?
Mauro Corona: No, immagino che per te non c’entra nulla, ma leggiti La fine del mondo storto.
Renzi: Scusa, questo invece l’ho letto, ma in quel libro dicevi che le risorse non sono infinite e che un giorno saremo costretti a tornare a prima della tecnologia.
Mauro Corona: Più correttamente a riscoprire ciò che sapevamo fare prima della tecnologia.
Renzi: Cioè non potrò più mandare tweet?!?!
Mauro Corona: Che sono?
Renzi: Sono cinguettii.

Mauro Corona: Che!!!?? Tu cinguetti!!!??
Renzi: Come te lo spiego? Io scrivo il mio pensiero in140 caratteri.
Mauro Corona: Ti avanzerà spazio immagino…
Renzi: A volte sì, ma lo riempio con gli astag.
Mauro Corona: Era ironico.
Renzi però non ci bada: Non potrò più usare le slides?
Mauro Corona: Che??!!
Renzi: Sì sono dei files con cui faccio sembrare che dico tutto, ma poi non lo dico.
Mauro Corona: E figurati se lo fai.

Renzi: Esatto!
Mauro Corona: No, era una battuta anche questa.
Renzi: Cosa?
Mauro Corona: Lascia perdere.
Renzi: E non potrò più fare il “Matteo risponde”?
Mauro Corona: E che è?
Renzi: La gente scrive e io gli rispondo.
Mauro Corona: Con i fatti?
Renzi: Che??!! Questa volta è lui a rimanere stupefatto: Certo che no: la gente non li vuole.
Corona dopo un po’di silenzio… : Finalmente abbiamo trovato una cosa su cui siamo d’accordo. Ti farò la statua.

Renzi: Grazie il regime ti ricompenserà… ops scusa, il reame, ops scusa, è che dormo poco, il governo.
Mauro Corona: Certo, basta che mi lasciate in pace nelle mie montagne. Rileggi il mio libro!
Renzi: Certo! Però questa storia che non si può usare la tecnologia, praticamente mi impedisce di governare.
Mauro Corona: Scusa, ma pensa al mio libro, cosa sapeva fare l’uomo prima dell’uso della tecnologia? Non governa l’uomo forse da migliaia di anni? Non faceva politica prima dell’Iphone, del pc?
Renzi: Sì, ma…
Mauro Corona: … non riusciva a prendere così tanto in girio la gente.
Renzi: Su questo ti correggo, cambia lo strumento, non la presa in giro.

Al momento di ritirare la statua Renzi va da Corona, dicendo: Ho riletto il libro, alla fine non è così male, il fatto che i più forti si adattano e sopravvivono, ci posso stare, io sono così.

Corona: Non i più forti, i più umili, e più sono umili, più imparano, e imparano che l’ “uguale” e non il “più” ci rende simili.
Renzi: L’uguale!? Ma questa è sinistra!!! -grida spaventato e scappa via dimenticandosi perfino della statua.

Corona ride, sapeva che alla fine Renzi non avrebbe retto al libro e alla parola “sinistra”, e divertito, sapendo che ormai sarebbe tramontato anche il concorso letterario, scopre la statua di Renzi… : Accidenti, la faccia mi è venuta con i capelli ricci, gli occhi spiritati… vabbè, cercherò di venderla a grillo, tanto i falsi e i fanatici si assomigliano sempre, mentono tutti e due… e lo sanno tutti e due. – Poi confronta questa statua con la prima copia… che gli era venuta senza capelli, di bassa statura e con un grande sorriso berlusconiano.

vai al sito macrolibrarsi

About Andrea Forte

Sono Andrea Forte, 28 anni, di cui alcuni passati a laurearmi in filosofia e a scrivere; e forse scrivere è il mio vero modo di fare ricerca filosofica. Ho già pubblicato alcuni romanzi brevi, tra cui Il ballo dell’immobilità, Un uomo lontano, Sopravvivere, e alcuni racconti sono pubblicati in antologie di concorsi, a cui ho partecipato.

Check Also

pennac e raggi virginia

Pennac e Maupassant discutono della crisi idrica a Roma con Virginia Raggi

Bar del campidoglio. Pennac: Vede dottor Maupassant,... ma intanto ordini, cosa prende? Maupassant: Un bicchiere d’acqua grazie Il cameriere ne porta uno più un altro riempito quasi a metà. Maupassant: Ne avevo chiesto uno solo! Infatti, l’altro lo devo sprecare, guardi lo rovescio subito Maupassant: Ma che fa?!