Breaking News
Home / Eventi / 50 anni di Bianca: Einaudi festeggia la sua Collezione di poesie
Einaudi

50 anni di Bianca: Einaudi festeggia la sua Collezione di poesie

50 anni della Bianca

Settembre 1964, il trentenne Carlo Villa con la sua opera Siamo esseri antichi è uno dei primi autori a dare il via alla collana “Collezione di Poesia”, con la casa editrice Einaudi.

Come lui, nello stesso anno, pubblicano altri autori per la stessa collana, tra i quali ricordiamo Beppe Fenoglio con la traduzione dell’opera di S.T. Coleridge La ballata del vecchio marinaio; Camillo Sbarbaro con la traduzione di Il Ciclope di Euripide e diversi altri autori e poeti.

Oggi, cinquanta anni e quattrocentoventitre Collezioni dopo, questa fortunata collana vive ancora e gode di ottima salute, ha infatti pubblicato in media otto nuovi volumi ogni anno, per mezzo secolo.

Il suo grande successo è sicuramente dovuto non solo alla qualità delle opere pubblicate, ma anche al legame affettivo creatosi nel tempo tra i volumi stessi ed i suoi lettori, che sono soliti chiamare la collezione con il nome La bianca, per lo stile essenziale, nonché  per il colore e la caratteristica immagine di copertina ideata da Bruno Munari, peculiarità rimaste inalterate dal primo volume pubblicato fino ad oggi. E con buon esito, si aggiunga.

Per festeggiare con i lettori questo grande successo delle Collezioni, Einaudi ha pubblicato un piccolo volumetto di poesie inedite, che verrà regalato a chi acquisterà due volumi a scelta della “Collezione di Poesia” dal 18 settembre al 18 ottobre.

”Per celebrare il compleanno della Bianca, abbiamo pensato di chiedere una poesia inedita a tutti i poeti italiani che vi abbiano firmato almeno un volume. Aggiungendo anche due autori in procinto di pubblicare”, questa è stata l’idea della casa editrice. Il fatto che i poeti coinvolti siamo proprio cinquanta ha così dato vita a un felice connubio, cinquanta poeti per cinquant’anni.

Il numero di copie non venali stampate ammonta a 19500, una cifra impegnativa, ma che verrà sicuramente esaurita.

Si sa, il fortunato struzzo Einaudi, simbolo inconfondibile della casa editrice,  non delude mai e ha deciso di offrire qualcosa di grande, ancora una volta.

50 anni di bianca non è una semplice raccolta di poesie, è un monumento al successo della Collezione.

Non a caso l’ordine di apparizione dei poeti nel libro segue l’ordine cronologico non di datazione delle poesie stesse, bensì di pubblicazione presso Einaudi, si parte infatti dal già citato pioniere  Carlo Villa con la sua sublime composizione La pratica del vuoto, per finire con Dall’interno della specie di Andrea De Alberti, che il prossimo anno prenderà il suo posto nella Collezione, pubblicando il suo volume di poesie.

Questa scelta nell’ordine fa si che il lettore possa ripercorrere la storia intera della Collezione di poesie, assaporando i cambiamenti storici, i diversi stili, le riflessioni e le amare sofferenze umane.

I temi trattati non hanno limiti e variano liberamente, riflettendo le personalità dei diversi autori.

Immancabile, come si può immaginare, il ricorrente tema dell’amore, essenza stessa della poesia, così come la ricerca del senso della vita e delle pene della vita del genere umano.

Una raccolta degna di una Collezione che festeggia i suoi cinquant’anni non chiedendo, bensì donando emozioni nuove e forti, che lasceranno ancora una volta uno specchio di emozioni nell’animo di chi ama la poesia.

 

 

vai al sito macrolibrarsi

About Silvia Ziliotti

Check Also

V.M. Straka-La nave di Teseo

La duplice avventura de “La nave di Teseo-V. M. Straka”, a cura del creatore di “Lost”

Si chiama come la casa editrice fondata da Elisabetta Sgarbi e ha per creatore J. J. Abrams, ideatore fra le altre delle serie tv Lost e Fringe. Come se non bastasse, è protetto da una vera e propria scatola-custodia sigillata, che deve essere aperta una volta acquistato il volume. È un’opera di cui si sente parlare poco nell’ascoltare il grande pubblico, sebbene sia in commercio già dal 2013, ma di cui chi l’ha letta non può fare a meno di esprimersi con meraviglia. La nave di Teseo – V. M. Straka è, infatti, un vero e proprio caso editoriale. Un romanzo assolutamente unico nel suo genere, che è stato scritto concretamente da Doug Dorst in lingua inglese e che ha poi fatto il giro del mondo in pochissimo tempo, per via della sua struttura innovativa e insolita.