Breaking News
Home / Eventi / Incontri al Caffè dell’Ussero 2016
caffè dell'Ussero

Incontri al Caffè dell’Ussero 2016

Il Caffè dell’Ussero, a Pisa, antica e storica sede di incontri e dibattiti, accoglie periodicamente scrittori, presentazioni di libri e incontri di lettura. In occasione della chiusura della prima fase del Ciclo d’incontri saranno presentati l’autore Achille Concerto, con il volume La tela e il trono (Leonida Edizioni 2015), l’autrice Elisa Scotto con Radici di frumento (Ormadelibro Edizioni 2015) e Alessandro Da Soller con Anima semiseriaRacconti (Ed. Bip & Bop 2015). Ad accompagnare l’incontro e le letture ci saranno la voce di Rodolfo Baglioni e la musica del sax di Da Soller, la chitarra di Sergio Berti e del cantautore pisano Antonio Gentilini.

Achille Concerto è scrittore, saggista e cultore di storia medievale della Calabria e delle antiche civiltà del bacino del mediterraneo; ha collaborato, quale autore e sceneggiatore alla realizzazione di cortometraggi e opere teatrali. Ha pubblicato diversi volumi:
Voci del deserto, Laruffa Editore 2003 (vincitore del Premio Regium Julii 2000);
Carlo V e l’uomo di Gand, Globo Editori 2005;
La Torre, Laruffa Editore 2007;
Il verme della mela, Leonida Edizioni 2010;
Un re d’autunno, Gioacchino Murat, Leonida Edizioni 2012;
Sogno nel regno di Oz (2015)

Nel libro La tela e il trono che ha come sottotitolo L’altro sguardo di Penelope, troviamo una Penelope colta in una dimensione femminile diversa rispetto a quella consegnata dalla tradizione. Penelope è una donna, prima che una moglie, che si pone e pone interrogativi, che cerca spiegazioni, che resta sgomenta di fronte agli accadimenti della vita e che crede nella mediazione, dote particolarmente femminile.

Elisabetta Scotto invece trova nella poesia il modo per esprimere la sua creatività e le sue emozioni. Ha pubblicato due libri: L’Ora senza Ombre, volume primo e volume secondo. Le sue poesie si trovano in numerose antologie di poeti vari, ha vinto numerosi concorsi, ricevendo riconoscimenti dalla critica. Ha vissuto lunghi periodi in India e otto anni in un tempio Vaisnava; e ciò ha influenzato radicalmente la sua filosofia di vita. In Radici di frumento, l’autrice si confronta per la prima volta con il racconto, muovendosi tra diciannove storie di vita ironiche, drammatiche e sentimentali in bilico tra realtà e fantasia, tra dramma interiore e spensieratezza giovanile.

Infine c’è Alessandro Da Soller, il quale è studioso e appassionato di storia contemporanea. Allievo di Gian Franco Lami, Da Soller ha approfondito negli anni i trattati sulla storia della scuola di Francoforte ma anche gli scritti di Voegelin, per passare poi allo studio dell’ideologia che permise la nascita delle diverse formazioni
terroristiche italiane degli anni settanta, e del complottismo internazionale.

Dopo questo incontro letterario, che chiude il primo ciclo, restiamo in attesa dei prossimi appuntamenti all’Ussero. I meeting autunnali saranno tutti moderati da Valeria Serofilli.
Il 30 Settembre 2016 lo scrittore Roberto Patruno presenterà il volume Quartetto d’archi (Graus Editore 2015). Il 14 Ottobre 2016 ci sarà l’incontro con l’autore Paolo Stefanini e il suo Il Buio e la Farfalla (Giovane Holden Edizioni 2016). Ancora il 28 Ottobre 2016 Valeria Serofilli incontrerà l’autrice Giuseppina Frisina.
Al Caffè dell’Ussero inoltre, l’11 Novembre 2016 ci sarà la mostra di Paride Bianco con letture di testi di Valeria Serofilli associati a quadri sulla Divina Commedia, il 25 Novembre 2016 l’incontro con l’Autrice Adua Biagioli Spadi. A chiudere l’ultimo rendez-vous il 9 Dicembre 2016 ci sarà Enrichetta Giornelli.

About Michela Iovino

Le parole aiutano la "coraggiosa traversata" della realtà, così scrisse una volta Elsa Morante. Lo credo anche io, fermamente, per questo scrivo. Amo l'arte, la musica classica, il cinema e in particolar modo la letteratura, che è essenziale punto d'appoggio. Nei frattempo della vita colleziono storie, forse un giorno ne scriverò qualcuna!

Check Also

Master in Critica giornalistica Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico: al via le iscrizioni

L’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” apre le iscrizioni per l’edizione 2017/2018 del Master di primo livello in Critica Giornalistica. Il progetto vanta sin dal suo esordio nel 2006 la partnership del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani; nel 2008 il patrocinio del Consiglio Internazionale dell’UNESCO per il Cinema, la Televisione e la Comunicazione Audiovisiva (CICT), nel 2009 ha ricevuto il nulla osta dal Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per l’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica - che lo ha accreditato come Master di I Livello in grado di offrire un titolo di studio riconosciuto e l’attribuzione di 60 crediti formativi.