Breaking News
Home / Eventi / Premio Pavese 2016, i vincitori a Santo Stefano Belbo
Cesare Pavese

Premio Pavese 2016, i vincitori a Santo Stefano Belbo

Il giorno 28 Agosto, alle ore 10 delle mattino,  a Santo Stefano Belbo (Cuneo), presso la casa che ha dato i natali allo scrittore de La luna e i falò , si terrà la tanto attesa premiazione dei vincitori della trentatreesima edizione del Premio Pavese 2016, concorso letterario dedicato ad uno dei più grandi scrittori del Novecento italiano. Il Premio è promosso ed organizzato dal Cepam-Centro Pavesiano Museo Casa Natale.

La Regione Piemonte e i Lions Club del territorio Unesco (che si occupano del Premio Lions per ciò che riguarda le prefazioni e le postfazioni) hanno collaborato alla realizzazione dell’evento Premio Cesare Pavese, assieme anche al comune di Santo Stefano, alla Fondazione Cesare Pavese e ad altri enti. Lo scopo è quello di premiare gli autori che più di altri sono stati in grado di raccontare il legame con il proprio territorio e il senso di appartenenza. Presidente del Premio Pavese 2016 sarà il professor Luigi Gatti accompagnato dalla professoressa Giovanna Romanelli, presidente di Giuria.

Per le opere edite, a vincere il Premio Narrativa è stata la scrittrice e regista Cristina Comencini con il suo Essere Vivi (Einaudi, 2016), romanzo incentrato sulla riscoperta del proprio io e della propria natura. Il costituzionalista Gustavo Zagrebelsky si è aggiudicato il Premio di Saggistica con Senza Adulti (Einaudi, 2016), un’esortazione a vivere a pieno la vita a prescindere dall’età e dai presunti limiti.

L’altro Premio di Saggistica è andato a Franco Ferrarotti per Al santuario con Pavese. Storia di un’amicizia (Dehoniane, 2016), emozionante viaggio nel passato dell’autore, caro amico di Pavese, opera testimonianza dunque della loro amicizia. Il Premio Speciale per la Giuria è spettato invece al giornalista Mario Baduino che ha scritto Lo sguardo della farfalla (Bompiani, 2016), un romanzo che non può essere ridotto ad un solo genere, piuttosto un avvincente mix post-moderno. Grande merito è stato attribuito allo studente Edoardo Cagnan per la sua tesi Parola a malincuore. Studio di forme e sensi della reticenza nel Diavolo sulle colline, un attento approfondimento sulle scelte stilistiche e non dell’autore.

La premiazione è divisa comunque in più sezioni (tra cui, Medici scrittori e Arti visive) e menzioni di merito (citiamo solo alcuni dei diversi autori premiati tra cui Gabriella Greison, Osvaldo Di Domenico e Pietro Reverdito). Il Premio Letterario Lions, per le opere edite, è stato vinto da Gianni Turchetta per la prefazione all’Opera Completa di Vincenzo Consolo.

Il giorno precedente al Premio Pavese 2016, alle ore 21,  si terrà l’incontro Dalla nostalgia del passato ai primi fermenti di una rinascita, verso “un nuovo modo di stare al mondo” , presieduto dal professore Andrea Raffaele Rondini che vedrà anche la partecipazione dei quattro vincitori. Al centro del dibattito i temi analizzati dagli autori nelle opere premiate.

Entrambi gli eventi sono gratuiti.

vai al sito macrolibrarsi

About Anna Vitiello

Sono laureata in Lettere e Filosofia. Ho sempre scritto per diverse testate. Alcune mie poesie sono state pubblicate nell'antologia ''Di tanta rabbia''. Attualmente scrivo per il Wall Street International Magazine, dove mi occupo delle sezioni ''cultura'' e ''viaggi''. Vivrei viaggiando, con il cuore sempre ad Est e i miei quaderni.

Check Also

Premio Campiello 2017: vince Donatella Di Pietrantonio con L’Arminuta

Anche quest'anno, come di consueto, il Teatro La Fenice Di Venezia è stato la fastosa cornice della 55esima Edizione del Premio Campiello 2017. Le cinque opere prescelte dalla Giuria dei letterati composta, da Federico Bertoni, Philippe Daverio, Chiara Fenoglio, Paola Italia, Luigi Matt, Ermanno Peccagnini, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Lorenzo Tomasin, Roberto Vecchioni ed Emanuele Zianto e presieduta dall'attrice Ottavia Piccolo, sono state  sottoposte al giudizio dei trecento letterati.