Breaking News
Home / Eventi / Al via la quarta edizione del Brianza Book Festival

Al via la quarta edizione del Brianza Book Festival

Il 16 dicembre alle ore 21:00 presso Reggia di Monza sala Belvedere, partirà la quarta edizione del Brianza Book Festival. Il tema scelto è “IL PESO SPECIFICO DELLE PAROLE“. per dare spazio al contenuto e ai contenuti con una selezione di scrittori assolutamente all’altezza che con le parole, il linguaggio e la comunicazione ci sanno davvero fare.

Con Massimo Roscia e il suo Di grammatica non si muore (Sperling e Kupfer), uno scrittore in grado di trascinare fino al limite della comicità in un’esilarante discussione su tutti gli strafalcioni linguistici che siamo portati a commettere, anche involontariamente. Con Stefano Piedimonte e il suo L’innamoratore (Rizzoli), osannato anche da Roberto Saviano, ci addentriamo nelle vicende di Ivan Sciarrino, nato a Napoli nel millenovecentosettantanove, di professione innamoratore. È lui il protagonista dell’ultimo romanzo di Stefano Piedimonte, che viene pagato – 600 euro al giorno più le spese – per far innamorare le donne.  Un romanzo scritto con toni di colore e vivacità che escono dai margini della pagina.

Il Brianza Book Festival prosegue con Giuseppe Lupo con L’albero di stanze (Marsilio). I suoi libri sono intessuti di aria, di soffi, di geografie leggendarie, di invenzioni linguistiche e onomastiche, mai fini a se stesse, ma funzionali alla fantasticheria, a una sorta di sogno a occhi aperti che la narrazione si propone di realizzare. Praticamente un viaggio a occhi aperti; e con Marina Salucci con Di cristallo e di fiamma (Leucotea) che propone una storia da divorare che mescola sapientemente l’arte e il giallo.

Infine Errico Buonanno, scrittore (ultima pubblicazione Lotta di classe al terzo piano, Rizzoli) e conduttore radiofonico (in coppia con Pif) su Radio RAi 2 che vestirà i panni del “commentatore” d’eccezione. Una lingua affilata, irriverente e, soprattutto, ironica. Non sono esclusi interventi a sorpresa di ospiti d’eccezione. Al pubblico verranno distribuiti dolci artigianali in tema e all’esterno verrà presentata la nuova Audi A5. La serata è completamente gratuita e chi parteciperà avrà modo di vedere come si possa fare cultura con ironia, e diffondere letteratura col sorriso.

About Annalina Grasso

Giornalista e blogger campana, 29 anni. Laurea in lettere e filologia, master in arte. Amo il cinema, l'arte, la musica, la letteratura, in particolare quella russa, francese e italiana. Collaboro con una galleria d'arte contemporanea.

Check Also

io leggo perché

‘Io leggo perché’, atto terzo

Io leggo perché, atto terzo. Riparte infatti l’iniziativa per la creazione e il potenziamento delle biblioteche scolastiche di tutto il Paese, con l’obiettivo di riavvicinare i più giovani alla lettura. Dal 20 al 28 ottobre prossimi, chiunque potrà infatti andare in una delle 2.130 librerie che hanno aderito al progetto per donare un libro a una scuola, scegliendo un titolo che si ritiene immancabile in una biblioteca scolastica tra quelli suggeriti dagli istituti (attraverso la piattaforma ogni scuola può comunicare alla libreria gemellata i propri desiderata, fornendo così un utile suggerimento a chi vuole donare) o semplicemente in base alle proprie preferenze. A questi si aggiungeranno poi i 100mila volumi già donati dagli editori. “#ioleggoperché è un’importante iniziativa – ha commentato il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti – grazie alla quale le biblioteche scolastiche italiane ricevono decine di migliaia di libri donati da cittadini, istituzioni, editori. Si tratta di una straordinaria misura di promozione della lettura tra i nostri giovani. Il risultato di un lavoro sinergico che dobbiamo continuare a portare avanti con entusiasmo e passione. Il Miur lavorerà per potenziare le biblioteche scolastiche e per fare degli istituti ‘case’ da vivere anche oltre l’orario curricolare”.