Breaking News
Home / Altri mondi / L’adattamento cinematografico di Silent Hill 2 è in arrivo dal regista e dal produttore del film originale
silent hill

L’adattamento cinematografico di Silent Hill 2 è in arrivo dal regista e dal produttore del film originale

Un nuovo film intitolato Return to Silent Hill è in arrivo dai creatori del film originale del 2006. Il film è un adattamento di Silent Hill 2 ed è attualmente in produzione.

Il cinema di nuovo al centro del progetto

Nel video caricato dalla casa di Silent Hill, Rui Naito, assistente produttore di Konami e responsabile dello sviluppo IP e cross-media di Silent Hill, ha descritto il film come il “catalizzatore” per i nuovi giochi di Silent Hill. Victor Hadida, produttore dei film originali di Silent Hill, ha contattato Konami con la proposta di realizzare un nuovo film. Questo ha fatto nascere l’esigenza di far rivivere il franchise in concomitanza con la creazione del nuovo film. La regia è affidata a Christophe Gans, che ha diretto il film originale e il classico cult Brotherhood of the Wolf.

Durante il video, Gans ha dichiarato: “Silent Hill 2 è molto più incentrato sull’horror psicologico, anche se ritroveremo le stesse creature e le stesse sequenze di terrore”. Durante l’intervista vengono mostrati pannelli di storyboard e concept art del nuovo film. Gran parte dell’arte mostrata consiste in scene del gioco. Hadida ha affermato che “c’è una chiara idea da parte di Christophe di renderlo moderno, ma anche molto fedele al videogioco… Christophe è davvero qualcuno che rispetta il lavoro che è stato fatto, ma che ha anche una sua visione”.

Il primo film di Silent Hill è stato accolto abbastanza bene, ma il suo sequel Silent Hill Revelation 3D è stato ampiamente criticato. Bloober Team sta preparando anche un remake di Silent Hill 2, oltre a un nuovo gioco intitolato Silent Hill F e al gioco crossmediale Silent Hill Ascension. Non sono stati annunciati né una data di uscita né ulteriori dettagli sul film.

Cosa si sa del remake di Silent Hill 2 – Arte applicata al videogame

Dopo mesi di speculazioni e notizie, Konami ha confermato ufficialmente il remake di Silent Hill 2 durante la presentazione del video Silent Hill Transmission. Il gioco, trasportato anche su famose slot che troviamo su casino.netbet.it, che ha aperto la presentazione con un impressionante trailer, sembra essere ricostruito dalle fondamenta pur mantenendo intatta l’essenza dell’originale del 2001.

Il trailer ci fa dare un’occhiata al nuovo James Sunderland, che si è avventurato a Silent Hill per salvare sua moglie Mary, creduta morta da tempo. Nel trailer vediamo anche alcuni elementi caratteristici della serie, come le strade piene di nebbia e alcuni nemici familiari. Tra questi, naturalmente, c’è l’iconico Pyramid Head.

Silent Hill 2 è in fase di sviluppo presso lo studio di sviluppo Bloober Team, che si è già occupato di The Medium, Blair Witch e Observer tra gli altri, ed è un’esclusiva della console PS5. È solo uno dei progetti di Silent Hill attualmente in lavorazione come accennato sopra: Silent Hill: Ascension e Silent Hill F, sono anch’essi in fase di sviluppo. Inoltre, sono in fase di realizzazione diversi oggetti speciali da collezione, tra cui un salvadanaio Inu-End per ricordare lo scherzoso finale di Silent Hill 2. La serie di Silent Hill è stata oggetto di una lunga serie di discussioni.

Silent Hill è rimasta in sospeso per circa un decennio, con l’eccezione di PT, che era stato progettato come teaser per Silent Hills prima che Hideo Kojima lasciasse Konami. È quindi in lavorazione un adattamento cinematografico di Silent Hill 2, oltre a nuovi progetti intitolati Silent Hill: Townfall e Silent Hill F per riportare in auge il prodotto.

 

About Annalina Grasso

Giornalista e blogger campana, 29 anni. Laurea in lettere e filologia, master in arte. Amo il cinema, l'arte, la musica, la letteratura, in particolare quella russa, francese e italiana. Collaboro con una galleria d'arte contemporanea.

Check Also

Godard

Addio a Jean-Luc Godard, tra i massimi pionieri della storia del cinema

Jean-Luc Godard è il regista che, insieme agli altri componenti della Nouvelle vague – il movimento che caratterizzò la cinematografia francese sul finire degli anni Cinquanta – ha iniziato una delle rivoluzioni iconografiche più importanti del Novecento e ha cambiato per sempre non solo il modo di fare film e raccontare storie, ma anche il modo di fruirle. In un lasso di tempo relativamente breve, tra il 1960 e il 1967, Godard girò 15 pellicole attraverso cui operò una vera e propria rivoluzione, cambiando i codici stessi del linguaggio cinematografico: un’eredità dalla quale i grandi film d’autore non possono prescindere. Un esempio sono le connessioni stilistiche tra i film di Godard e quelli di Wes Anderson, di Quentin Tarantino o di Xavier Dolan, solo per citarne alcuni.