“Prima di tutto” di Domenico Mucedola: un romanzo di solidarietà in un teatro di guerra di ideologie e religioni

Prima di tutto”, edito da Capponi Editore, è il nuovo romanzo con cui lo scrittore Domenico Mucedola è tornato in libreria.

Classe 1962. Nato a Milano, Mucedola ha compiuto studi classici e giuridici. Nutre la passione per la scrittura fin dai tempi dell’università e alterna questa attività con quella di imprenditore nell’azienda di famiglia. Ha scritto sempre a cavallo tra la sua città e i viaggi di vacanza e lavoro. È membro del Rotary Club e si dedica ad attività di volontariato. È membro, inoltre, della giuria del premio letterario Schignano CO “Racconti in valle” al quinto anno. Nel corso della sua attività ha pubblicato: Una ragazza delle nostre – Racconti (Lalli editore), La linea del mulo – Romanzo (Il filo), Operazione Alba Iulia – Romanzo (Lupetti editore), Chiaroscuri di Sandra Williams – Romanzo (Amazon).

Prima di tutto: sinossi

“Prima di tutto”

Il romanzo “Prima di tutto” è uscito nel 2022 per la collana Narrativa.

«Mi vengono i brividi ogni volta che te la canto.»
Lei alza le sopracciglia leggendo il menu del giorno
nel ristorante ancora semideserto.
«Se tu dall’altipiano guardi il mare…»
«Non dire sciocchezze, Marco» mi risponde Fatima
con un sorriso indecifrabile, «è morta un sacco di gente
quando si cantava Faccetta nera per “liberare” l’Etiopia dalla schiavitù. Sono passati tanti anni ma c’è sempre qualche spiritoso che me la canticchia. L’Abissinia
rimane un vago paradiso di faccette nere nell’immaginario di molti che non sanno neanche dove sia.»
Si versa un bicchiere d’acqua. Lo strato bianco della
mano traluce attraverso il vetro. Intanto giocherella con
il suo riflesso nella rodiatura del coltello da pesce e continua a sorridere con una fila di denti bianchissimi mentre
attendiamo il cameriere. Ci disturba un gruppo di turisti
stranieri che varca l’ingresso con ripetuti cigolii.
«Tutto vero, ma in fondo Faccetta nera consacrava la
passione dei fanti italiani per le ragazze incontrate in
Abissinia, era una canzone piena di promesse.

Marco, assistente di Storia Contemporanea alla Sapienza di Roma, e Fatima, campionessa di nuoto di fondo della nazionale italiana di origine somala, partono per la Somalia. La ragazza vuole portare aiuto al fratello Liban detenuto a Mogadishu per reati politici che rischia la pena di morte. Per amore Marco la segue ben sapendo che il viaggio sarà pieno di rischi. Uno svolgimento teso, avvincente e commovente porterà a svolte spesso inaspettate e l’epilogo riserverà sorprese che segneranno una “crescita umana” del protagonista.

Che cosa spinge a mettere la propria vita a repentaglio per salvare un uomo? Rapporti di amicizia, ruoli “istituzionali”, legami di parentela, amore. Ma ciò non basta. Scelte drammatiche si impongono pagina dopo pagina sull’onda delle emozioni quando tutto è tragicamente in gioco. 

“Casi di cronaca più o meno felicemente conclusi su teatri di lotta, il problema dei rifugiati di guerra e lo scontro frontale di ideologie e religioni mi hanno dato l’ispirazione per questo romanzo che definirei d’amore in senso ampio – ha dichiarato lo scrittore Domenico Mucedola- A tali questioni non do una risposta se non nell’epilogo. Ed è la risposta che, secondo me, è la più vera di tutte: anche dal peggio può uscire il meglio, non ci sono mai situazioni in cui tutto è perduto, ex malo bonum come direbbe Sant’Agostino. Mai come in questi giorni di odio abbiamo bisogno di un recupero emozionale e pratico di questa utopia”.

“In una corsa contro il tempo per salvare Liban, Fatima e Marco accettano il rischio di un viaggio in Somalia e giocano tutte le carte a disposizione in nome di qualcosa che viene “prima”, un sentimento solidale nato con l’uomo che questo romanzo ci svela essere al fondo di tutti noi. Un eroico bene senza tempo che può sorgere fin dalle radici di ogni possibile male” – ha commentato l’editore.

 

Per guardare il book trailer di “Prima di tutto”: https://www.youtube.com/watch?v=Tgx721IRrTA

Pubblicato da

Melania Menditto

Mi chiamo Melania Menditto. Sono laureanda in Lettere presso l'Università Federico II di Napoli. Amo la Letteratura, il Teatro, la Poesia, la Scienza forense,la Musica. Da sempre ammaliata dal Mondo di carta, sogno di farlo esplorare ai tanti, grandi o piccoli che siano.

Exit mobile version