Al via la prima edizione del Premio Letterario Scaramuzza a Parma

Nell’anno in cui Parma, città di artisti e letterati, è eletta a Capitale Italiana della Cultura, coinvolgendo tutto il territorio parmense, è occasione per dare avvio nel Comune di Sissa Trecasali alla prima edizione di un concorso letterario intitolato ad un illustre personaggio, pittore e poeta, nato proprio a Sissa nel 1803, Francesco Scaramuzza.

La peculiarità di questo concorso letterario è quello di avere ogni anno una tematica diversa. Il tema di quest’anno è: “Ispirandosi alla figura di Maria Luigia D’Austria, Duchessa di Parma”, figlia primogenita dell’arciduca Francesco (dal 1792 imperatore del Sacro Romano Impero con il nome di Francesco II e dal 1804 imperatore d’Austria con il nome di Francesco I) e di Maria Teresa di Borbone Napoli. I libri, o racconti, non devono essere necessariamente a carattere storico ma possono essere storie di fantasia, di qualsiasi genere letterario; la figura della duchessa è da intendersi come pura ispirazione. Così pure per quanto riguarda la poesia.
Il concorso si rivolge a scrittrici e poetesse, donne, e destinato ad adolescenti.

Il Premio Letterario Scaramuzza è nato da un’idea dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Sissa Trecasali, la sua gestione e realizzazione è stata affidata all’Associazione Parma OperArt APS dall’Amministrazione Comunale stessa. La Giuria sarà composta dai membri della Commissione Pari Opportunità del Comune di Sissa Trecasali e da alcune personalità del mondo letterario nazionale. La Cerimonia di Premiazione si svolgerà nel mese di dicembre 2020 presso il Teatro “G. Ferrari Burattinaio” loc. Sissa.

Il premio letterario prevede due sezioni: Editi e inediti. La sezione “editi” è relativa alle opere pubblicate di narrativa di ogni genere (thriller, rosa, giallo, saggistica, storico, ecc) che siano ispirate alla Duchessa Maria Luigia d’Austria, imperatrice dei Francesi e regina d’Italia  ad eccezione di racconti e testi teatrali. Sono ammessi solo libri editi nel biennio 2018-2020. La sezione “inediti” è dedicata a racconti ispirati al tema oggetto del bando. E’ ammesso qualsiasi genere: thriller, rosa, giallo, storico o altro. Le raccolte di poesie possono essere “edite” o “inedite”.

 

Al via dal 21 marzo la XVIII^ edizione della Giornata Mondiale della Poesia, tema: ‘poesia e viaggio’

Anche quest’anno, a Verona, il 22 e il 23 marzo si celebrerà la Giornata Mondiale della Poesia promossa dall’Accademia Mondiale della Poesia, nata nel 2001 nella città che diede i natali al poeta latino Catullo e avrà come titolo “Poesia e Viaggio” in occasione del cinquantesimo anniversario della scomparsa di Jack Kerouac, e del libro di Eugenio Montale “Fuori di casa”.

L’evento, con ingresso libero al pubblico fino ad esaurimento posti disponibili (per informazioni e prenotazioni inviare una mail a: info@accademiamondialepoesia.com) quest’anno, si svolgerà in due giornate e sarà condotto dal regista e attore Alfonso De Filippis.
La XVIII^ edizione si aprirà la mattina del 22 marzo, presso la Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico, con i saluti delle autorità, a seguire la cerimonia di premiazione del Secondo concorso nazionale di Poesia con Immagine via Instagram che ha come tema “Il Viaggio”; nessuna prospettiva come quella del viaggio ha attirato e incantato i poeti antichi e moderni, dall’autore di Gilgamesh all’Omero dell’Odissea a Dante, da Bashō a Santōka, da Baudelaire a Rimbaud, da Whitman alla Beat Generation.

Premio per i primi 3 giovani classificati sarà un laboratorio di poesia con la poetessa Isabella Leardini. Per gli altri vincitori è previsto un diploma d’onore dell’Accademia Mondiale della Poesia. Subito dopo si terrà la proiezione di alcune sequenze del film “L’Attimo Fuggente”.

Nel pomeriggio, dopo il laboratorio di poesia, il programma proseguirà con “Voci di donne”, un incontro di poetiche voci femminili provenienti da tutto il mondo: Sabine Messeg (Israele), Rodica Draghincescu (Romania), Rime Al Sayed (Siria), Louise Dupré (Canada), Alessandra Paradisi (Italia), Maria Teresa Giaveri (Italia), Enza Silvestrini (Italia).

Alle 18.30 è prevista la presentazione del libro “Il canto delle sirene” di Nadir M. Aziza, Fondatore dell’Accademia mondiale della poesia insieme a Isabella Camera d’Afflitto e Patrizia Ippoliti.

In chiusura della prima giornata lo spettacolo di poesia, musica e danza “Abbiamo parlato di vita e d’ amore” per la regia di Alfonso De Filippis. Con Alfonso de Filippis voce, Stefano Malferrari pianoforte, Cecilia Ligabue e Angela Tampelloni danza. Coreografie di Elisa Davoli.

La giornata del 23 marzo si aprirà con “L’incontro con la poesia Libanese” e a seguire la consegna del Premio Catullo che quest’anno andrà a Gaston Bellemare (per la categoria Organizzatori di Festival) e Henri Zoghaib (poeta, Libano).

L’evento proseguirà nel pomeriggio con gli incontri: “Viaggio poetico verso una nuova Europa” a cura del poeta e filosofo Marco Guzzi condotto da Michele Francesco Afferrante e l’incontro “Poesia e Viaggio” con gli interventi dei critici Adriana Beverini (Eugenio Montale), Leopoldo Carra (Beat Generation), Susanna Tartaro (sul poeta giapponese Santoka) e Paolo Lagazzi (Attilio e Bernardo Bertolucci).

A seguire Daniel Cundari interpreterà Marriage di Gregory Corso e subito dopo si terrà il dibattito e la lettura di poesia e prose dei poeti Claudio Damiani, Lorenzo Mullon e Paolo Ruffilli. Chiuderà la 18esima edizione della Giornata mondiale della poesia un focus sul percorso artistico di Andrej Tarkvskij (poeta dell’immagine in movimento), curato dal giornalista e autore televisivo e radiofonico Michele Francesco Afferrante.

L’Accademia Mondiale della Poesia

L’Accademia Mondiale della Poesia nasce a Verona il 21 marzo 2001 e riunisce 60 poeti, tra i più famosi al mondo, fra cui anche i Premi Nobel della Letteratura, Wole Soyinka, Derek Walcott, Seamus Heaney e, tra i soci fondatori, accanto al Cancelliere Nadir Aziza, il grande poeta italiano Mario Luzi.

La costituzione dell’Accademia Mondiale della Poesia nella città che ha visto nascere Catullo, ha accolto Dante e che ha ispirato Shakespeare costituisce un prolungamento naturale dell’iniziativa del Consiglio Esecutivo dell’UNESCO, sotto la Presidenza Esecutiva di Sua Ecc. Mme Sonia Mendieta de Badaroux. La proclamazione del 21 marzo Giornata Mondiale della Poesia da parte dell’UNESCO, ha reso utile la costituzione di un’Istituzione che raggruppasse poeti in rappresentanza dei cinque continenti con lo scopo di promuovere la poesia in tutto il mondo. Obiettivo statutario dell’Accademia Mondiale della Poesia è quello di celebrare ogni anno, la Giornata Mondiale della Poesia proclamata dall’UNESCO, con un grande evento poetico-musicale.

Premio Biella Letteratura Industria 2016

Partiranno tra qualche giorno le iniziative per il Premio Biella Letteratura Industria 2016. Tantissimi gli appuntamenti tra Biella e Torino. Il premio è promosso da Città Studi Biella ed è l’unico premio in Italia dedicato a romanzi o saggi editi che raccontano le trasformazioni economiche e sociali, il mondo del lavoro e la cultura di impresa. Ecco perché il premio è intitolato Letteratura Industria; i lavori scelti indagando i rapporti tra due mondi apparentemente distanti quello della letteratura e quello dello sviluppo industriale fanno luce su un panorama per molti sconosciuto.

Da quindici anni il Premio Biella Letteratura Industria pone l’attenzione sulla cultura di impresa e sulla complessa sinergia tra ricerca, innovazione tecnologica, prodotti, risorse umane e relazioni con il territorio, per coniugare due anime, quella umanistica e quella economica, che non sono contrapposte ma in qualche modo, complementari.

Gli incontri principali in cartellone sono tre. I finalisti di questa edizione, per la prima volta, presenteranno al pubblico le loro opere in un doppio appuntamento. Il primo incontro sarà a Biella sabato 15 ottobre presso Città Studi. Il secondo si svolgerà a Torino venerdì 21 ottobre presso il <<Circolo dei lettori>> grazie a una nuova collaborazione con una delle più importanti realtà culturali del Piemonte. Nella serata del 19 Novembre ci sarà invece la cerimonia di premiazione del vincitore e la premiazione del concorso concorso “40 anni di industria televisiva in Italia”. In cartellone anche il concorso Book Trailer Contest che promuove la lettura attraverso le tecnologie digitali e multimediali. I cinque finalisti che si contendono il premio di questa quindicesima edizione sono:

Paolo Bricco, giornalista e storico dell’industria con L’Olivetti dell’ingegnere. 1978-1996 edito da Il Mulino.
Loris Campetti, giornalista esperto di relazioni industriali, con Non ho l’età. Perdere il lavoro a 50 anni edizioni Manni.
Grazia Lissi giornalista e fotografa con Il coraggio di restare. Storie di imprenditori italiani che ancora scommettono sul nostro paese edito da Longanesi.
Angelo Mastrandrea, giornalista e scrittore con Lavoro senza padroni. Storie di operai che fanno rinascere imprese edizioni Baldini & Castoldi.
Gianfelice Rocca, imprenditore e presidente di Assolombarda con Riaccendere i motori. Innovazione, merito ordinario, rinascita italiana edizioni Marsilio.
Tra i cinque finalisti i giurati del Circolo dei Lettori dell’Associazione L’Uomo e l’Arte selezioneranno anche il vincitore del Premio Giuria dei Lettori.

L’associazione <<Teatrando di Biella>> proporrà invece brani tratti dai cinque saggi finalisti. Saranno affrontati così i temi di stretta attualità legati al mondo del lavoro, che i saggi finalisti al Premio hanno analizzato; il coraggio di imprenditori e operai che resistono e ripartono proprio dalla crisi, la formazione dei giovani per il rilancio dell’economia e il racconto di figure visionarie come Adriano Olivetti.

Nel corso della cerimonia di premiazione sarà premiato anche Mario Andreose, figura di rilievo nell’editoria italiana che riceverà il Premio Speciale della Giuria per Uomini e libri edito da Bompiani. Il Premio Opera Straniera sarà consegnato all’economista francese Gaël Giraud per il suo Transizione ecologica. La finanza a servizio della nuova frontiera dell’economia edizioni Emi.

La Giuria del Premio è composta da: Pier Francesco Gasparetto, scrittore e presidente della Giuria, da Claudio Bermond, docente universitario, Sergio Givone, filosofo e scrittore, Giuseppe Lupo, saggista e scrittore, Marco Neiretti, ricercatore storico, Sergio Pent, scrittore e critico letterario, Alessandro Perissinotto, scrittore e docente, Alberto Sinigaglia, giornalista e docente, presidente Ordine dei Giornalisti Piemonte e Alessandro Zaccuri, scrittore e giornalista.

Il Premio Biella Letteratura Industria è promosso da Città Studi Biella ed è finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella in partnership con l’Unione Industriale Biellese e in collaborazione con il il Comune di Biella,il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale Biellese, la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Biella e Vercelli, l’ATL di Biella, l’Associazione l’Uomo e l’Arte, il Biella Jazz Club, Teatrando, la Società Dante Alighieri e il Circolo dei lettori di Torino e i Rotary Club del Biellese. Tutte le iniziative rientrano nella Settimana della Cultura di Impresa, la manifestazione nazionale promossa da Confindustria.

 

Premio Astrolabio 2016

Premio Astrolabio, edizione 2016

Il premio internazionale “Astrolabio” giunge quest’anno alla sua settima edizione, dedicato alla memoria della scrittrice pisana, fondatrice del Gruppo Internazionale di lettura, Renata Gianbene, e presieduto e diretto ancora una volta da Valeria Serofilli, poetessa, saggista e critica letteraria, vincitrice del prestigioso premio nel 2000 con la raccolta poetica Acini d’Anima, dopo aver esordito l’anno precedente con la poesia Eclisse (11 agosto 1999). Il premio è presediuto dal Gruppo internazionale di lettura, dalla “Libera accademia Galileo Galilei” di Pisa con il patrocinio del comune e della provincia di Pisa. L’Astrolabio è indetto per le poesie, le fiabe e i racconti inediti per bambini e ragazzi. Lo scopo di questo premio è innanzitutto promuovere e “muovere” la cultura, invogliare i giovani a presentare le proprie opere per lasciare spazio alla poesia e alla narrativa e scovare nel panorama editoriale attuale voci degne di attenzione. Oltre alle quattro sezioni a tema libero, gli autori possono inviare delle composizioni dedicate a delle sezioni specifiche. Quest’anno il premio vuole rivolgere l’attenzione all’intramontabile Mito di Ulisse e al tema della memoria e del viaggio.

Le altre quattro sezione del concorso sono così articolate:
Prima sezione: Volume edito di poesia per un’opera in versi pubblicata a partire dal 2008.
Seconda sezione: Silloge inedita di almeno 10 poesie.
Terza sezione: Poesia singola a tema libero.
Quarta sezione: Fiaba e racconti inediti.

La giuria del Premio Astrolabio è composta da scrittori, giornalisti e critici come i critici letterari e scrittori Giorgio Barbieri Squarotti, fondatore della Biennale di Poesia di Alessandria e Ivano Mugnaini, collaboratore con diverse case editrici, l’antichista Andrea Salvini, il poeta Antonio Spagnuolo e il giornalista Giulio Panzani ed è affiancata anche da un comitato d’onore che vanta tra i suoi membri personalità che ricoprono cariche istituzionali come il vicesindaco della città di Pisa e l’assessore alla cultura.
Un lavoro che punta ancora una volta alla condivisione dei saperi e che cerca di schierare la bellezza contro la dilagante sottocultura che sempre più invade e pervade la nostra quotidianità.

Sul sito del premio sono disponibili il bando e informazione più dettagliate per partecipare all’Astrolabio. http://www.valeriaserofilli.it/premio-astrolabio-2016.html.