Breaking News
Home / Autori emergenti / Il sole sorge a est, di Silvia Tufano
il sole sorge a est

Il sole sorge a est, di Silvia Tufano

Un piccolo gioiello di un’autrice emergente, Il Sole sorge a Est della pedagogista, terapista del sorriso, mediatrice culturale ed insegnante per sordomuti, Silvia Tufano, classe 1976, di Nola, rappresenta l’esordio della giovane scrittrice campana. Appassionata di pittura e teatro, Silvia Tufano è una donna molto impegnata; lavora infatti da anni nel settore del disagio sociale coordinando interventi di sostegno e recupero a favore di detenuti, prostitute, ragazzi di strada, alcolisti, tossicodipendenti, malati psichici, barboni e bambini malati di cancro.

Il sole sorge a Est si presenta come un viaggio contemporaneo tra le contraddizioni e le sofferenze dell’animo umano, con una sensibilità tipica solo di chi è stato davvero a contatto con tutte le vite travagliate e tormentate dei personaggi del libro. Un libro su cui meditare, da leggere in silenzio, per farsi accarezzare dalle storie e dall’autenticità dei protagonisti, nei quali il lettore potrà identificarsi. Il libro si articola in cinque racconti uniti da un unico filo conduttore, quello rappresentato dall’uomo, dal suo tormento, dal suo abbandono, dalla  sua condizione atavica dell’esser figlio- genitore o genitore – figlio, dalla solitudine e dalla sofferenza.

Un libro ben lontano dalla retorica e dalle banalità cui siamo purtroppo spesso abituati, o da tematiche di facile impatto sul lettore; Il sorge sorge a est non segue la scia di quei prodotti editoriali- commerciali con lo scopo di vendere quanto più è possibile: è un libro per chi non ha paura di parole come “introspezione”, “tenerezza” e “ricerca”, e l’autrice rende le riflessioni avvincenti, attraverso uno stile chiaro e scorrevole, dando dignità e profonda umanità alle vicende drammatiche.

Il sole sorge a est è un libro di speranza, che parla al nostro cuore e alla nostra sensibilità, che dà voce, anzi celebra la diversità che è anche quella dell’autrice stessa che non si lascia sedurre da facili mode letterarie per proporci un mix di noir e thriller che conferiscono ritmo ai sentimenti e all’amore, veri protagonisti del romanzo di Silvia Tufano.

Dopo pochi giorni dalla sua uscita, il libro, reperibile su tutti i bookshop e in tutte le librerie, è salito al 6° posto tra i testi più visti sul Bookshop generale della Mondadori e la Tufano esporrà la sua opera  alla Fiera internazionale del libro di Londra.

Silvia Tufano è una scrittrice da tenere sott’occhio: la sua capacità di descrizione, la sua naturalezza nella scrittura, scevra da autocompiacimento e da retorica e il suo sapersi destreggiare con più stili non possono lasciare indifferenti gli addetti ai lavori e i lettori.

 

 

vai al sito macrolibrarsi

About Annalina Grasso

Giornalista e blogger campana, 29 anni. Laurea in lettere e filologia, master in arte. Amo il cinema, l’arte, la musica, la letteratura, in particolare quella russa, francese e italiana. Collaboro con una galleria d’arte contemporanea.

Check Also

nobilissima visione libro

‘Nobilissima visione’ di Raffaele Olivieri: la musica come metafora della vita

Carcerata e carceriere, la cosiddetta sindrome di Stoccolma. Come può l'atrocità di un sopruso dar vita a un rapporto d'amore, alla compenetrazione di due diverse anime? Come possono due solitudini incastrarsi perfettamente fino a generare un'unica prigionia, una tormentata passione? Sono questi gli interrogativi che pone lo scrittore Raffaele Olivieri nel suo nuovo romanzo Nobilissima visione. Olivieri ha esordito nel 1983 con la pubblicazione del libro di versi “Il segno d’acqua”, ha poi pubblicato nel 2002 il romanzo “Anna e il deserto”, nel 2003 il mistery per bambini “Lorenzo e i fantasmi azzurri”, nel 2008 “Ombre a Venezia”, nel 2010 il giallo “Delitto con dipinto” di prossima pubblicazione nella versione francese presso Biro di Parigi e nel 2011 presso la Nuova Editrice Magenta “Una strana indifferenza”, vincitore del Premio Morselli 2010.