Breaking News
Home / Autori emergenti / ‘Il Sorriso degli Elefanti’ di Valerio Vecchi: un elogio alla forza delle donne

‘Il Sorriso degli Elefanti’ di Valerio Vecchi: un elogio alla forza delle donne

Il Sorriso degli Elefanti, edito da Le mille e una pagina editore, è il secondo romanzo di Valerio Vecchi

Medese, classe 1994, Vecchi fin da piccolo si diletta in spettacoli teatrali. Ed è proprio la parrocchia, il terreno fertile in cui si accresce la sua vena artistica. A partire dall’età di sei anni, recita in diversi spettacoli d’iniziativa religiosa. A dodici anni prende parte al primo musical, Summer Student, riadattamento del celebre High school Musical, interpretando un ruolo principale: Ryan.

Nel 2011 a diciassette anni debutta con uno spettacolo dialettale coordinato da me in un riadattamento di una rivista de “I Legnanesi”.  La nuova compagnia, che coordina, prende pian piano forma ma insoddisfatto di portare in scena riadattamenti e voglioso di dare un’impronta giovanile, sceglie al suo fianco coetanei e si dedica alla stesura di un secondo copione, ne seguiranno altri cinque. Il successo è sempre crescente di anno in anno tanto che la compagnia viene contattata da diversi teatri della provincia di Pavia per portare in scena i loro spettacoli.

Tra alti e bassi questa attività arriva a un punto di svolta nel 2016 dove, grazie alla collaborazione con TelePavia, riesce, unitamente agli altri componenti a superare un colloquio ed avere una trasmissione tutta sua della quale è attore ma soprattutto autore. Nasce così L’almanacco .  Il programma va in onda per tre mesi, con cadenza giornaliera dal lunedì al venerdì e riscuote ampi consensi grazie alla semplicità nella redazione e al binomio giovani-dialetto.

Dal marzo 2016 a gennaio 2020 Vecchi viene nominato presidente della commissione della Biblioteca Comunale di Scaldasole dove è curatore di numerosi eventi culturali.

Nel 2017 raggiunge un altro importante traguardo: si classifica quinto all’Ariston Comic Selfie, concorso indetto dal prestigioso teatro Ariston di Sanremo.

È del 2018 la sua opera prima, il libro autobiografico: La Spettacolare Storia di Ebenizer. Sempre in quell’anno sviluppo un format musicale che porto in scena nel teatro del mio paese ma che si estende a tutta la provincia e non solo: Lomellina in…canta.

Per la stagione televisiva 2018-2019instaura una collaborazione con l’emittente Telepatia- Milano Pavia Tv dove è conduttore della trasmissione con cadenza giornaliera, in diretta, La radio a colori.

Autore e conduttore delle serate musicali, quest’ultime sono diventate una vera e propria attrattiva per una vasta platea di pubblico, raccogliendo ampi consensi.

Ad aprile 2020registra una pubblicità per bambini, in onda sulle reti Mediaset.

Nell’agosto 2020 Vecchi organizza, in un’ottica di rilancio della musica, fermata dall’emergenza epidemiologica del COVID-19, un evento al quale partecipano esponenti musicali di spicco come il maestro Franco Bagutti e che vedono importanti ospiti come Elisabetta Viviani, storica cantante della sigla Heidi con la quale ha avuto il piacere di condurre la prima edizione del Concerto sotto le stelle. Con queste importanti personalità unitamente al consenso derivato da loro per la sua attività mi porta alla ricerca di traguardi più ambiziosi.

Nell’autunno 2021 assume la presidenza di un’associazione di promozione sociale legata alle attività oratoriali.

 

Il Sorriso degli Elefanti: Sinossi

Il Sorriso degli Elefanti

Il Sorriso degli Elefanti esce nel novembre 2021.

Vivere da donna, non credo sia proprio facile. Mi alzo, una stiracchiata veloce, una controllata al cellulare e via, ha inizio la routine. Caffè al volo, mi trucco mentre con un piede chiudo lo sportello della lavatrice e imposto l’avvio ritardato e di corsa al lavoro. Ogni mattina è così, ma non quella mattina. Dopo aver terminato di portare via tutte le cose dalla casa
di Ebenizer, sembrava che qualcosa mancasse, un tassello a completare quell’immenso puzzle. Ero così scorbutica, certo
e come fare a dire il contrario? Ma non avevo capito il perché. Qualcosa mi mancava e proprio quando ero già in ritardo per
andare al lavoro, suona il postino. «Signora Helena?» disse con rapidità mentre io percorrevo il vialetto. Mi seguiva sventolando una busta con su scritto “piego di libri”.

Non è facile essere donna, se perdi ogni speranza. Dove dal successo ti ritrovi nel più profondo e perfido oblio, dove la vita sembra strapparti ogni cosa. Ogni sforzo sembra vanificato e ogni porta chiusa. L’unica strada è quella di “chiudere il sipario” una volta per tutte. Ma se a chiuderlo fossero gli altri? E se invece a fosse il più grande spettacolo mai visto?
Una cosa è certa: a sorridere sono gli elefanti.

“Con una maggiore consapevolezza – ha dichiarato il giovane scrittore – ho steso questa nuova opera. Ho preso più tempo rispetto alla prima che era stata scritta di getto, nata dall’esigenza di fare arrivare un messaggio. Questo nuovo libro, invece, vuole ripercorrere più approfonditamente gli argomenti trattati nel precedente, facendo continuare però la storia e aggiungendo al racconto nuovi personaggi”.

Con il Sorriso degli Elefanti, ritorna la formula del “diario” di stralci di fogli lasciati per casa, una scelta non casuale né ripetitiva, e compaiono più dediche, una rivolta “alla forza delle donne”, le altre a donne care e vicine all’autore.

Si parla, del resto, di donne che resistono, che reagiscono e che si reinventano. Di donne che sono portate allo stremo perché schiacciate dai pesi della vita e che trovano la forza di rialzarsi. Non a caso, la figura dell’elefante rappresenta proprio la metafora di un grosso peso.

La trama affronta solidi valori con “schiaffi morali” contro una società che sembra essersi dimenticata della meritocrazia e che, disorientata, si chiede quale possa essere il futuro, ma desidera essere comunque estremamente semplice, accompagnata da un testo scorrevole e intuitivo senza troppi approfondimenti, per lasciare volutamente al lettore quel senso di “incompiuto”.

Quando leggiamo, Il Sorriso degli Elefanti – conclude Vecchi – dobbiamo anche porci delle domande ma non sempre troviamo le risposte e, quindi, ho fortemente voluto stuzzicare l’immaginazione. Un libro come il primo da ‘mille e una notte’: fermiamoci, sogniamo e facciamolo in grande, alla fine, ci ritroveremo a ‘sorridere’”.

 

https://www.valeriovecchi.it/i-miei-romanzi/

 

 

 

 

 

About Melania Menditto

Mi chiamo Melania Menditto. Sono laureanda in Lettere presso l'Università Federico II di Napoli. Amo la Letteratura, il Teatro, la Poesia, la Scienza forense,la Musica. Da sempre ammaliata dal Mondo di carta, sogno di farlo esplorare ai tanti, grandi o piccoli che siano.

Check Also

‘Ci rincontreremo in un giorno d’Aprile’ di Susy Vizzo: la storia di un amore che supera le barriere del tempo

Dopo il successo de Il tulipano che fiorì tra la neve, storia di guerra e di amore che si è rivelata una delle sue opere più apprezzate con oltre mezzo milione di letture, Susy Vizzo e il suo alter-ego Emma White, tornano in libreria con Ci rincontreremo in un giorno d'Aprile edito da  Eclypsed Word Publishing. Dopo la pubblicazione del prima parte e seconda parte de Il tulipano che fiorì tra la neve, Susy Vizzo non si ferma. La sua produzione continua: la scrittrice casertana comincia a pubblicare piccole storie brevi sul sito per giovani scrittori WattPad, con protagonisti ricorrenti a cui ormai la sua famiglia di lettori si è affezionata.  Fra le storie più amate : Ricordati di me, Save me or let me go, Il profumo di limoni, La figlia dell'autunno. Questi racconti sono proprio la base su cui la Vizzo ha costruito l’intreccio del secondo romanzo, Ci rincontreremo in un giorno d'Aprile, pubblicato su Wattpad nel 2020 ed edito da Eclypsed Word Publishing nel 2022.