Breaking News
Home / Altri mondi / Il surrealismo di Ribeiro e Shahla Rosa alla New York Artifact dal 31 luglio
surrealismo

Il surrealismo di Ribeiro e Shahla Rosa alla New York Artifact dal 31 luglio

La galleria di New York ARTIFACT inaugurerà una mostra di arte surrealista del XXI secolo con l’artista portoghese Santiago Ribeiro e l’artista americana  Shahla Rosa.

L’idea è nata da un invito della galleria ARTIFACT diretta all’artista di Coimbra Santiago Ribeiro che a sua volta ha deciso di invitare una delle più grandi artiste femminili surrealiste di oggi: Shala Rosa. Entrambi gli artisti fanno parte della più grande mostra di arte surrealista del nostro secolo, l’International Surrealism Now, di cui Santiago è creatore e promotore dal 2010 grazie alla Fondazione Bissaya Barreto, espandendo tale iniziativa a livello internazionale.

surrealismo now
Santiago Ribeiro painting

L’Artifact Gallery è una società di spazi espositivi e di marketing che fornisce servizi artistici ad artisti, collezionisti e società di New York City. La mostra sul Surrealismo portoghese e nordamericano a New York si svolgerà dal 31 luglio al 4 agosto 2019.

Davvero mirabile l’iniziativa di Santiago Ribeiro, che si è dedicato alla promozione del surrealismo del XXI secolo, attraverso mostre in città e Paesi di tutto il mondo tra cui figurano Berlino, Mosca, Dallas, Los Angeles, Mississippi, Varsavia, Nantes, Parigi, Firenze, Madrid, Granada, Barcellona, Lisbona, Belgrado, Monte Negro, Romania, Giappone, Taiwan e Brasile.

Surrealism Now è l’unione di movimenti artistici quali il surrealismo, l’arte visionaria, il realismo astratto e fantastico. Per Santiago Ribeiro, come ha più volte dichiarato, il surrealismo è “assoluta libertà illimitata e sfrenata in quanto le immagini surrealiste attingono da sogni e visioni permettendo all’inconscio di esprimersi”; per cui partendo da tale prospettiva, è il comportamento umano il tema principale dei dipinti di Ribeiro. La maggior parte dei dipinti dell’artista portoghese sono infatti considerati come “composizioni complesse che illustrano le profonde preoccupazioni sulla società moderna e il suo comportamento individuale e collettivo”.

Come ha giustamente affermato lo scrittore António Arnaut, “la pittura di Santiago Ribeiro ci dà il vero e l’interno, l’irreale e la sua semioscurità, il movimento e la sua iperbole, come il sapore del seminatore che accarezza il raccolto. Se il tratto è surrealista, ciò che i suoi quadri ci mostrano, in un giusto equilibrio di colori, è un’altra realtà, come se le figure che ci sfidano fossero le nostre ombre sollevate dal profondo della memoria.

surrealismo
Shahla Rosa Painting

Le opere dell’artista canadese Shahla Rosa, si ispirano ad Andre Breton, Sigmond Freud e Dante Alighieri, i cui pensieri e teorie sono dipinte sulla tela nel tentativo di far luce sul suo io interiore, raffigurando quello che l’artista chiama “il Risveglio del Risveglio” e interpretando le sue reazioni emotive alla bellezza e alla falsità del mondo in una ricerca di verità universali.

 

Indirizzo, orari e contatti:

ARTIFACT GALLERY
84 Orchard Street
New York, NY 10002,
UNITED STATES.
T: 212.475.0448
info@artifactnyc.net
Hours: Wed-Sat, 12-6 h
www.artifactnyc.net

About Annalina Grasso

Giornalista e blogger campana, 29 anni. Laurea in lettere e filologia, master in arte. Amo il cinema, l'arte, la musica, la letteratura, in particolare quella russa, francese e italiana. Collaboro con una galleria d'arte contemporanea.

Check Also

huawei

La guerra commerciale-digitale tra Pechino e Washington: Huawei fuori dalla partnership con Google

Non c’è tregua, la guerra commerciale tra Washington e Pechino è inarrestabile. Così anche Huawei è finita nella lista nera statunitense: il colosso cinese, con le sue settanta affiliate, rappresenterebbe infatti un rischio per la sicurezza nazionale degli Usa. Una sorta di azienda canaglia dietro cui si potrebbero nascondere, a detta della Casa Bianca, attività di spionaggio del governo cinese – tuttavia sempre negate da Huawei. Ed è quindi per difendere la gloriosa bandiera a stelle e strisce che l’intrepido Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo per vietare alle aziende statunitensi di acquistare prodotti dalle aziende canaglia – tra cui figura Huawei –, colpevoli di attentare alla sicurezza nazionale Usa. È questo, secondo il portavoce del ministero del Commercio cinese Gao Feng, un abuso del concetto di sicurezza nazionale, piegato a fini propagandistici per promuovere il protezionismo commerciale.