Breaking News

Ultimi articoli

“I Buddenbrook”: il capolavoro ‘schopenhaueriano’ di Mann

I Buddenbrook

«Soltanto, non dovete credere che ci troviamo su un letto di rose...[..]..gli affari vanno male, ...[..]..vi dico solo questo: se il babbo fosse vivo...[..]..giungerebbe le mani e ci raccomanderebbe tutti alla misericordia di Dio.» Alle orecchie di quanti, suona, questa considerazione, come la tipica ed opportuna raccomandazione fatta in famiglia che, in tempi come quelli correnti, non manca mai all'appello? No. Come spesso capita, la letteratura ci permette di riflettere su quanto alcune vicende, per quanto antiche cronologicamente, siano attuali. E questo è il caso de " I Buddenbrook": decadenza di una famiglia ". Scritto da Thomas Mann (www.900letterario.it/recensioni/thomas-mann-una-sensibilita-incompresa-come-il-suo-tonio-kroger) sul finire dell' 800, tratta della storia generazionale e sociale di una ricca famiglia della borghesia mercantile di Lubecca (Germania), dal 1835 al 1877, passando per i fondamentali fatti storici Tedeschi del periodo (Rivoluzione di Marzo, Ascesa Prussiana, Unificazione del territorio tedesco).

Read More »

‘La bella estate’ di Cesare Pavese: la libertà è un male?

La bella estate

La “Bella Estate” è il titolo di una raccolta di romanzi brevi di Cesare Pavese pubblicata nel 1949. Si compone di tre testi: “La bella estate” (scritto nel 1940 e rimasto inedito fino alla sua comparsa nella raccolta), “Il diavolo sulle colline”, composto nel 1948, e “Tra donne sole”, risalente invece al 1949. Grazie a questi tre racconti, racchiusi ne "La bella estate", Pavese si aggiudica la vittoria del Premio Strega nel 1950.

Read More »

Salone del libro di Torino 2013: un’edizione al passo con i tempi

Il salone del libro di Torino si è concluso a metà maggio e si è caratterizzato per una presa di posizione radicale da parte degli organizzatori che, con lo slogan "Là dove osano le idee", hanno voluto lanciare un monito alla politica per cercare di cambiare le cose e riportare la cultura al ruolo di eccellenza italiana. Lo spirito del Salone è invitare a ritrovare il gusto della sfida intellettuale, tornare a creare progetti di ampio respiro basati sulla cultura, per rilanciare un Paese che da troppo tempo ha smesso di pensare al proprio futuro accontentandosi di vivere alla giornata.

Read More »